MADRE ANCH’IO il libro di Graziella De Martino

MADRE ANCH'IO di Graziella De Martino

Mi presento: sono Graziella De Martino, ho 43 anni, sono una donna miotonica, madre di un bambino miotonico. Cosa dirti? Non ho mai pensato che la miotonia dovesse frenare il mio desiderio di maternità. Desiderio premiato con il mio primo figlio, uno sportivo!, ma valorizzato con il mio secondo figlio miotonico, un piccolo artista!

Finalmente, dopo tanto penare è nato il mio terzo figlio…

Anzi il mio primo libro: Madre anch’io”, un diario per condividere maternità e miotonia, infanzia e miotonia.

Se sei interessato a ricevere Madre anch’io, puoi scrivermi qui: graziellademartino@miotoniciinassociazione.it.

[divider]

Ecco un piccolo assaggio del libro. Buona lettura!

In viaggio verso un figlio

Carissimo, ti invito alla lettura di questo racconto, in parte interattivo; un percorso nel mio desiderio di essere mamma. Desiderio sostenuto da un solo credo, la vita vale più di un handicap.
Un giorno lessi una frase che mi ha entusiasmato molto: educare significa scoprire “la gioia del vivere insieme”. È di A. S. Makarenko.
E io credo molto al piacere di stare insieme, soprattutto con i bambini: tutto sembra diventare più leggero, perché Tu lo sai bene, i bambini inter-rompono!. Credo molto anche allo stare con Te attraverso questo scritto. Perché anche Tu sei parte di questo mio viaggio.
Ho sperimentato il piacere etico, quale autentica espressione della propria individualità, quale energia per conciliare vita e handicap.
Aspetto un tuo parere. Avevo qualcosa da dire e l’ho scritto, anche per Te.
Questo racconto ti sembrerà un cocktail: un pizzico d’ironia, tanta speranza e una voglia testarda di superare un handicap.
Puoi scegliere come trattare questo cocktail: shekerarlo, gustarlo o rifiutarlo. Ma, ti assicuro, c’è anche un retrogusto, il piacere di esistere.
Troverai i miei liberi pensieri e, infine, alcune delle parole più belle di Francesco e Alessandro, i miei bambini. Ma una sola parola resta magica “Kopisinana”, la vita vale più di un handicap.